INTRODUZIONE ALLA MEDITAZIONE COME CURA DI SE’ – con Andrea Bonacchi – Avellino, sabato 16 gennaio 2016

roerich2-468

Introduzione alla meditazione come cura di sé

Seminario di meditazione

conduce: Andrea Bonacchi

Sabato 17 gennaio 2016 

Ore 9,30-18, 30

Presso Centro di Psicosintesi di Avellino

Corso Vittorio Emanuele, 39 – 83100 Avellino (AV)

Insieme affronteremo il tema della meditazione muovendoci tra psicologia e spiritualità, tra antiche sapienze e recenti acquisizioni scientifiche, e scegliendo come punto di vista quello della meditazione quale strumento per la salute, la cura di sé e la crescita personale.

Vedremo insieme gli aspetti teorici principali della meditazione come percorso per la salute e per il benessere individuale e collettivo.

Sperimenteremo alcuni tipi di meditazione principali in grado, se praticati con costanza nel tempo, di diventare importati strumenti per un rapporto più autentico, intimo, sereno con se stessi e con gli altri.

Approfondiremo tecniche per la conoscenza ed il rilassamento del proprio corpo, per la crescita personale e per una maggiore sintonia ed empatia con gli altri.

Questi incontri sono particolarmente indicati per chi vuole:

sviluppare un senso di centralità e stabilità

approfondire la conoscenza di sè e della realtà percepita

apprendere  tecniche per rilassarsi e gestire il proprio stress

ridurre il turbinio di pensieri, preoccupazioni, giudizi

imparare ad acquietare le proprie emozioni

scoprire in sè e sviluppare le risorse, le qualità, le competenze per affronatare la vita

imparare ad essere il regista della propria vita

valorizzare la propria creatività

imparare a riconoscere, gestire e traformare le proprie emozioni negative (rabbia, invidia, tristezza, paura…)

Gli incontri sono aperti a tutti, anche a chi non ha mai sperimentato tecniche meditative.

 Si consiglia di indossare abiti comodi e di portare calzettoni per potersi togliere le scarpe, una coperta e un tappetino (e per chi lo possiede, un cuscino da meditazione).

Numero massimo di partecipanti: 15

Durante gli incontri verranno dati consigli bibliografici per chi è interessato ad approfondire e trascrizioni delle meditazioni e file audio per chi vorrà esercitarsi nella pratica a casa 

 Per maggiori informazioni e iscrizioni:

Centro di Psicosintesi di Avellino:

Telefono: 328 6881925    E-mail:  avellino@psicosintesi.it

 

Andrea Bonacchi

cell.: 3487522690  e-mail: andreabonacchi@centrosynthesis.it

Andrea Bonacchi è medico, psicoterapeuta, ricercatore; Erika Agresti è psicologa, psicoterapeuta; collaborano al progetto “SUL SENTIERO -SCUOLA DI MEDITAZIONE PSICOSINTETICA” 

MEDITAZIONE E MANDALA – con Serena Stanghellini, Lina Peritore, Andrea Bonacchi – Firenze 12 dicembre 2015

La meditazione come cura di sé

Mandala

Sabato 12 dicembre:

MEDITAZIONE E MANDALA

con Serena Stanghellini, Lina Peritore, Andrea Bonacchi

Ore 9,30-17, 30

Presso “Circolino di Mantignano”

Via del Chiuso 2, Mantignano, Firenze

I mandala sono diagrammi circolari costituiti dall’associazione di figure in prevalenza geometriche. Disegnare o colorare un mandala  offre la possibilità di esplorare il proprio mondo interiore e può aiutare a sviluppare equilibrio, stabilità, attenzione al momento presente. In questo seminario utilizzeremo tecniche meditative insieme alla colorazione di mandala come occasioni di comprensione, crescita, trasformazione.

 

 Si consiglia di indossare abiti comodi e di portare calzettoni per potersi togliere le scarpe, una coperta e un tappetino (e  un cuscino da meditazione o panchetto per chi lo possiede e preferisce usarlo piuttosto che usare la sedia).

 Numero massimo di partecipanti: 15 (vale l’ordine di iscrizione).

Per questo incontro viene suggerito un contributo di 50 euro (per chi non ha lavoro e per gli studenti il contributo è libero / la partecipazione è gratuita). I fondi raccolti verranno utilizzati per sostenere i siti internet www.pensieriseme.it e www.centrosynthesis.it e per sostenere le attività della scuola di meditazione “Sul Sentiero”.

 

 Per maggiori informazioni e iscrizioni:

cell.: 3487522690

e-mail: andreabonacchi@centrosynthesis.it

Suggerimenti per raggiungere la sede degli incontri:

Provenendo dall’autostrada A11 (Firenze-Mare): al termine dell’autostrada dopo essere passati sotto la sopraelevata della ferrovia si svolta a destra salendo la rampa del ponte all’Indiano in direzione “Scandicci”. Si percorre il viadotto e il ponte fino a superare il fiume Arno; passato l’Arno si imbocca sulla destra la prima uscita e discesa la rampa ci si trova ad una piccola rotonda dove si seguono le indicazioni per “Mantignano”. Si supera l’entrata dei Vigili del Fuoco e poi fatti circa cinquanta metri si svolta a sinistra continuando a seguire le indicazioni per “Mantignano”.  Si percorre una stretta strada sull’argine per circa 500 metri fino a raggingere un ponte (sulla Greve). Si sale sul ponte e superatolo ci si trova nel borgo di Mantignano. Si segue la strada nell’abitato per circa duecento metri finchè si trova sulla sinistra un negozio, una panetteria, (con insegna “Pan demonio”). A questo punto si cerca parcheggio; proseguendo per altri 50 metri sulla stessa strada si apre a sinistra un ampio parcheggio. La panetteria si trova all’angolo con via del Chiuso e subito accanto al Circolino di Mantignano dove si svolgono gli incontri.

Provenendo dal Ponte alla Vittoria: provendo dai Viali di circonvallazione e da Porta a Prato si supera il ponte alla Vittoria e si imbocca la prima strada a sinistra che costeggia l’Arno (Lungarno del Pignone). Si percorre il sottopasso e superatolo si svolta subito a destra raggiungendo Lungarno dei Pioppi che costeggia da un lato l’argine e dall’altro labmbisce il quartiere dell’Isolotto. Si prosegue tutto a diritto in via del’Isolotto fino a raggiungere il Ponte all’Indiano sotto al quale si passa. Ci si trova ad una piccola rotonda dove si seguono le indicazioni per “Mantignano” proseguendo a diritto rispetto alla direzione da cui si proviene. Si supera l’entrata dei Vigili del Fuoco e poi fatti circa cinquanta metri si svolta a sinistra continuando a seguire le indicazioni per “Mantignano”.  Si percorre una stretta strada sull’argine per circa 500 metri fino a raggingere un ponte (sulla Greve). Si sale sul ponte e superatolo ci si trova nel borgo di Mantignano. Si segue la strada nell’abitato per circa duecento metri finchè si trova sulla sinistra un negozio, una panetteria, (con insegna “Pan demonio”). A questo punto si cerca parcheggio; proseguendo per altri 50 metri sulla stessa strada si apre a sinistra un ampio parcheggio. La panetteria si trova all’angolo con via del Chiuso e subito accanto al Circolino di Mantignano dove si svolgono gli incontri.

LA MEDITAZIONE COME CURA DI SE’ – incontri di meditazione a Firenze con Andrea Bonacchi – autunno 2015

logo mani azzurro.jpg

La meditazione come cura di sé

Incontri di meditazione

conduce: Andrea Bonacchi

Sabato 26 settembre 2015  :

SILENZIO

Sabato 7 novembre :

MUSICA

con Antonella Ferrari e Lina Peritore

Sabato 12 dicembre:

MEDITAZIONI SUI MANDALA

con Lina Peritore e Serena Stanghellini

Ore 9,30-12, 30

Presso “Circolino di Mantignano”

Via del Chiuso 2, Mantignano, Firenze

Insieme affronteremo il tema della meditazione muovendoci tra psicologia e spiritualità, tra antiche sapienze e recenti acquisizioni scientifiche, e scegliendo come punto di vista quello della meditazione quale strumento per la salute, la cura di sé e la crescita personale.

Vedremo insieme gli aspetti teorici principali della meditazione come percorso per la salute e per il benessere individuale e collettivo.

Sperimenteremo alcuni tipi di meditazione principali in grado, se praticati con costanza nel tempo, di diventare importati strumenti per un rapporto più autentico, intimo, sereno con se stessi e con gli altri.

Approfondiremo tecniche per la conoscenza ed il rilassamento del proprio corpo, per la crescita personale e per una maggiore sintonia ed empatia con gli altri.

Questi incontri sono particolarmente indicati per chi vuole:

 sviluppare un senso di centralità e stabilità

 approfondire la conoscenza di sè e della realtà percepita

 apprendere  tecniche per rilassarsi e gestire il proprio stress

 ridurre il turbinio di pensieri, preoccupazioni, giudizi

imparare ad acquietare le proprie emozioni

 scoprire in sè e sviluppare le risorse, le qualità, le competenze per affronatare la vita

imparare ad essere il regista della propria vita

 valorizzare la propria creatività

 imparare a riconoscere, gestire e traformare le proprie emozioni negative (rabbia, invidia, tristezza, paura…)

Gli incontri sono aperti a tutti, anche a chi non ha mai sperimentato tecniche meditative.

 Si consiglia di indossare abiti comodi e di portare calzettoni per potersi togliere le scarpe, una coperta e un tappetino (e  un cuscino da meditazione o panchetto per chi lo possiede e preferisce usarlo piuttosto che usare la sedia).

 Numero massimo di partecipanti: 20

Per ogni incontro viene suggerito un contributo di 30 euro (per chi non ha lavoro e per gli studenti il contributo è libero / la partecipazione è gratuita). I fondi raccolti verranno utilizzati per sostenere i siti internet www.pensieriseme.it e www.centrosynthesis.it e per sostenere le attività della scuola di meditazione “Sul Sentiero”.

Durante gli incontri verranno dati consigli bibliografici per chi è interessato ad approfondire e trascrizioni delle meditazioni e file audio per chi vorrà esercitarsi nella pratica a casa (chi desidera avere i file audio in MP3 può portare agli incontri una memoria USB)

 Per maggiori informazioni e iscrizioni:

cell.: 3487522690

e-mail: andreabonacchi@centrosynthesis.it

Suggerimenti per raggiungere la sede degli incontri:

Provenendo dall’autostrada A11 (Firenze-Mare): al termine dell’autostrada dopo essere passati sotto la sopraelevata della ferrovia si svolta a destra salendo la rampa del ponte all’Indiano in direzione “Scandicci”. Si percorre il viadotto e il ponte fino a superare il fiume Arno; passato l’Arno si imbocca sulla destra la prima uscita e discesa la rampa ci si trova ad una piccola rotonda dove si seguono le indicazioni per “Mantignano”. Si supera l’entrata dei Vigili del Fuoco e poi fatti circa cinquanta metri si svolta a sinistra continuando a seguire le indicazioni per “Mantignano”.  Si percorre una stretta strada sull’argine per circa 500 metri fino a raggingere un ponte (sulla Greve). Si sale sul ponte e superatolo ci si trova nel borgo di Mantignano. Si segue la strada nell’abitato per circa duecento metri finchè si trova sulla sinistra un negozio, una panetteria, (con insegna “Pan demonio”). A questo punto si cerca parcheggio; proseguendo per altri 50 metri sulla stessa strada si apre a sinistra un ampio parcheggio. La panetteria si trova all’angolo con via del Chiuso e subito accanto al Circolino di Mantignano dove si svolgono gli incontri.

Provenendo dal Ponte alla Vittoria: provendo dai Viali di circonvallazione e da Porta a Prato si supera il ponte alla Vittoria e si imbocca la prima strada a sinistra che costeggia l’Arno (Lungarno del Pignone). Si percorre il sottopasso e superatolo si svolta subito a destra raggiungendo Lungarno dei Pioppi che costeggia da un lato l’argine e dall’altro labmbisce il quartiere dell’Isolotto. Si prosegue tutto a diritto in via del’Isolotto fino a raggiungere il Ponte all’Indiano sotto al quale si passa. Ci si trova ad una piccola rotonda dove si seguono le indicazioni per “Mantignano” proseguendo a diritto rispetto alla direzione da cui si proviene. Si supera l’entrata dei Vigili del Fuoco e poi fatti circa cinquanta metri si svolta a sinistra continuando a seguire le indicazioni per “Mantignano”.  Si percorre una stretta strada sull’argine per circa 500 metri fino a raggingere un ponte (sulla Greve). Si sale sul ponte e superatolo ci si trova nel borgo di Mantignano. Si segue la strada nell’abitato per circa duecento metri finchè si trova sulla sinistra un negozio, una panetteria, (con insegna “Pan demonio”). A questo punto si cerca parcheggio; proseguendo per altri 50 metri sulla stessa strada si apre a sinistra un ampio parcheggio. La panetteria si trova all’angolo con via del Chiuso e subito accanto al Circolino di Mantignano dove si svolgono gli incontri.

MEDITAZIONE E MUSICA – con Antonella Ferrari e Lina Peritore – Mantignano, sabato 7 novembre 2015

La meditazione come cura di sé

suono

Sabato 7 novembre :

MEDITAZIONE E MUSICA

con Antonella Ferrari e Lina Peritore

Ore 9,30-12, 30

Presso “Circolino di Mantignano”

Via del Chiuso 2, Mantignano, Firenze

Ci introdurrà al tema Lina Peritore, Counselor psicosintetico, con la quale sperimenteremo la possibilità data dall’ascolto meditativo della musica di portarci al contatto consapevole con noi stessi e con ciò che ci circonda.

Svilupperà poi il tema di questo incontro Antonella Nenna Ferrari musicoterapeuta, counselor ad indirizzo psicocorporeo, cantante, laureata in Filosofia con una tesi in “Musicoterapia e neuroscienze”. Ricercatrice alla facoltà di Medicina dell’Università di Firenze, dal 2006 al 2014 ha portato negli ambulatori pubblici la musica, la respirazione e la meditazione come metodi di cura integrativa.

Che in particolare condividerà con noi il tema: “Quando il suono porta in meditazione: le frequenze che armonizzano corpo,  mente e spirito”.

Il ruolo giocato dallo stress tra i principali co-fattori responsabili delle malattie, ha indotto molti ricercatori a trovare soluzioni per la prevenzione nel campo delle tecniche di rilassamento e consapevolezza. Tra queste la musicoterapia, abbinata ad altri metodi di meditazione come la mindfulness e il pranayama (respirazione) è stata recentemente protagonista di una serie di studi con effetti molto significativi anche a livello fisiologico. In questo incontro scopriremo insieme come  frequenze, suoni e armonie possono indurre un profondo stato di benessere percepibile a tutti i livelli.

Gli incontri sono aperti a tutti, anche a chi non ha mai sperimentato tecniche meditative.

 Si consiglia di indossare abiti comodi e di portare calzettoni per potersi togliere le scarpe, una coperta e un tappetino (e  un cuscino da meditazione o panchetto per chi lo possiede e preferisce usarlo piuttosto che usare la sedia).

 Numero massimo di partecipanti: 20 (vale l’ordine di iscrizione).

Per ogni incontro viene suggerito un contributo di 30 euro (per chi non ha lavoro e per gli studenti il contributo è libero / la partecipazione è gratuita). I fondi raccolti verranno utilizzati per sostenere i siti internet www.pensieriseme.it e www.centrosynthesis.it e per sostenere le attività della scuola di meditazione “Sul Sentiero”.

 

 Per maggiori informazioni e iscrizioni:

cell.: 3487522690

e-mail: andreabonacchi@centrosynthesis.it

Suggerimenti per raggiungere la sede degli incontri:

Provenendo dall’autostrada A11 (Firenze-Mare): al termine dell’autostrada dopo essere passati sotto la sopraelevata della ferrovia si svolta a destra salendo la rampa del ponte all’Indiano in direzione “Scandicci”. Si percorre il viadotto e il ponte fino a superare il fiume Arno; passato l’Arno si imbocca sulla destra la prima uscita e discesa la rampa ci si trova ad una piccola rotonda dove si seguono le indicazioni per “Mantignano”. Si supera l’entrata dei Vigili del Fuoco e poi fatti circa cinquanta metri si svolta a sinistra continuando a seguire le indicazioni per “Mantignano”.  Si percorre una stretta strada sull’argine per circa 500 metri fino a raggingere un ponte (sulla Greve). Si sale sul ponte e superatolo ci si trova nel borgo di Mantignano. Si segue la strada nell’abitato per circa duecento metri finchè si trova sulla sinistra un negozio, una panetteria, (con insegna “Pan demonio”). A questo punto si cerca parcheggio; proseguendo per altri 50 metri sulla stessa strada si apre a sinistra un ampio parcheggio. La panetteria si trova all’angolo con via del Chiuso e subito accanto al Circolino di Mantignano dove si svolgono gli incontri.

Provenendo dal Ponte alla Vittoria: provendo dai Viali di circonvallazione e da Porta a Prato si supera il ponte alla Vittoria e si imbocca la prima strada a sinistra che costeggia l’Arno (Lungarno del Pignone). Si percorre il sottopasso e superatolo si svolta subito a destra raggiungendo Lungarno dei Pioppi che costeggia da un lato l’argine e dall’altro labmbisce il quartiere dell’Isolotto. Si prosegue tutto a diritto in via del’Isolotto fino a raggiungere il Ponte all’Indiano sotto al quale si passa. Ci si trova ad una piccola rotonda dove si seguono le indicazioni per “Mantignano” proseguendo a diritto rispetto alla direzione da cui si proviene. Si supera l’entrata dei Vigili del Fuoco e poi fatti circa cinquanta metri si svolta a sinistra continuando a seguire le indicazioni per “Mantignano”.  Si percorre una stretta strada sull’argine per circa 500 metri fino a raggingere un ponte (sulla Greve). Si sale sul ponte e superatolo ci si trova nel borgo di Mantignano. Si segue la strada nell’abitato per circa duecento metri finchè si trova sulla sinistra un negozio, una panetteria, (con insegna “Pan demonio”). A questo punto si cerca parcheggio; proseguendo per altri 50 metri sulla stessa strada si apre a sinistra un ampio parcheggio. La panetteria si trova all’angolo con via del Chiuso e subito accanto al Circolino di Mantignano dove si svolgono gli incontri.

LA MENTE, UN GIARDINO – Percorso in gruppo per la cura dei processi della mente e la prevenzione delle ricadute depressive con Erika Agresti – Torino, dal 28 ottobre 2015

fiori erika

La mente, un giardino

Percorso in gruppo per la cura dei processi della mente e

la prevenzione delle ricadute depressive.

Condotto da Erika Agresti

Otto incontri al mercoledì dalle 19 alle 21

dal 28 ottobre al 16 dicembre 2015.

Presso Via Servais 92 int.149 -10146 Torino

Centro di Psicosintesi di Varese, Gruppo di Torino

Allo stesso modo in cui un giardiniere coltiva il proprio terreno,

togliendo l’erba gramigna e piantando i fiori e i frutti di cui ha bisogno,

così un uomo può curare il giardino della sua mente,

ripulendolo dai pensieri negativi, inutili

e coltivando amorevolmente i fiori e i frutti dei pensieri positivi, utili.

James Allen.

Può capitare di sentirci insoddisfatti, o a disagio. Talvolta il nostro malessere nasce da flussi di pensieri che attiviamo e che si ripetono. Possiamo sentirci stanchi, tristi o arrabbiati senza nemmeno comprenderne il motivo. Talvolta ci rendiamo conto del flusso di pensieri dopo un po’ che stiamo investendo le nostre energie in questo. Talvolta non ce ne rendiamo affatto conto.

Si propone un percorso che accompagna i partecipanti ad apprendere una migliore gestione dei propri processi mentali, in particolare dei flussi di pensiero che si attivano automaticamente ed influiscono negativamente sull’umore e sulla qualità di vita.

Gli incontri guidano all’acquisizione di una maggiore consapevolezza dei vari livelli di sé: fisico, mentale ed emozionale, per allenare la vigilanza e cogliere il momento in cui i pensieri innescano una reazione, così da rompere processi automatici ed evitare escalation negative.

Si tratta di un ciclo di 8 incontri di due ore ciascuno a cadenza settimanale.
Tra un incontro e l’altro è previsto un impegno a casa di circa un’ ora al giorno. Il lavoro a casa è un aspetto determinante del percorso.

Al termine dell’esperienza i partecipanti sperimenteranno una maggiore libertà interiore: una modalità differente di affrontare i propri pensieri ed una maggiore consapevolezza delle proprie reazioni corporee.

Percorso riservato ai soci dell’Istituto di Psicosintesi.
E’ prevista una donazione a fine istituzionale 100 euro, tessera associativa 60 euro.

Il corso si attiverà con un numero minimo di partecipanti.

Per informazioni ed iscrizioni:
Presso Via Servais 92 int.149 -10146 Torino
www.psicosintesi.it, torino@psicosintesi.it
cell. 340 7585940

Erika Agresti
si è laureata in Psicologia presso l’Università di Bologna e specializzata in psicoterapia presso la Scuola Psicosintesi Terapeutica a Firenze.
Promuove percorsi di autoconsapevolezza con l’utilizzo della scrittura autobiografica e di tecniche di meditazione.
Attualmente vive e lavora a Torino come psicoterapeuta ed insegnante.
Partecipa al progetto “Sul sentiero, scuola di meditazione psicosintetica” con Andrea Bonacchi.
Questa scuola nasce come insieme di progetti per promuovere in particolare la meditazione praticata nella tradizione della Psicosintesi ma anche per diffondere esperienze meditative derivanti da altre concezioni psicologiche o dalle principali tradizioni spirituali.