“Sul sentiero” a Scandicci (Casellina) – incontri di meditazione – inverno e primavera 2017

“Sul sentiero” a Scandicci

yoga

INCONTRI DI MEDITAZIONE AL CENTRO “RESPIRO YOGA”

con Andrea Bonacchi  (medico, psicoterapeuta, ricercatore)
e in collaborazione con Virginia Cintolesi (insegnante del centro “Respiro Yoga)

Incontri mensili del venerdì sera

Leggi tutto ““Sul sentiero” a Scandicci (Casellina) – incontri di meditazione – inverno e primavera 2017″

SULLA VITA – Nazim Hikmet

Pensieri e parole

Sulla vita

La vita non è uno scherzo.
Prendila sul serio
come fa lo scoiattolo, ad esempio,
senza aspettarti nulla
dal di fuori o nell’al di là. Non avrai altro da fare che vivere.

La vita non é uno scherzo.
Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che messo contro un muro, ad esempio, le mani legate,
o dentro un laboratorio
col camice bianco e grandi occhiali,
tu muoia affinché vivano gli uomini
gli uomini di cui non conoscerai la faccia,
e morrai sapendo
che nulla é più bello, più vero della vita.

Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto che a settant’anni, ad esempio, pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte
pur temendola,
e la vita peserà di più sulla bilancia.

Nazim Hikmet

TI AUGURO TEMPO – Elli Michler

Pensieri e parole

Ti auguro tempo

Non ti auguro un dono qualsiasi,

Ti auguro soltanto quello che i più non hanno.

Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;

se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa.

Ti auguro tempo, per il tuo Fare e il tuo Pensare,

non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.

Ti auguro tempo, non per affrettarti e correre,

ma tempo per essere contento.

Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,

ti auguro tempo perché te ne resti:

tempo per stupirti e tempo per fidarti

e non soltanto per guardarlo sull’orologio.

Ti auguro tempo per toccare le stelle

e tempo per crescere, per maturare.

Ti auguro tempo, per sperare nuovamente e per amare.

Non ha più senso rimandare.

Ti auguro tempo per trovare te stesso,

per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.

Ti auguro tempo anche per perdonare.

Ti auguro di avere tempo,

tempo per la vita.

Elli Michler

MANIERA IN CUI SCOPRII I DUE TIPI DI MORTE – Cecilia Vicuña

Pensieri e parole

 

Maniera in cui scoprii i due tipi di morte

 

Da piccola avevo dei conigli e mi piacevano tanto

che non mi staccavo da loro durante tutto il giorno.

Li guardavo senza sosta ma non mi venne mai in mente

che erano animali che mangiavano e fu cosi

che morirono. Io non riuscivo a capire perché

era successo dato che loro «sapevano» che

io li amavo, per me esisteva solo un tipo

di morte ed era quella di dolore o tristezza.

Poi, uno zio mi chiese che cosa davo da

mangiare ai conigli e io lo trovai molto strano.

Gli dissi che non gli davo niente, chiesero ai

grandi e tutti risposero che essendo

miei gli animaletti si supponeva che li

alimentassi io.

Gran commozione per la morte dei conigli.

Tutti considerarono che ero scema e snaturata.

A me non importò, ma pensai

che da allora in poi avrei dato da mangiare a

tutte le cose che mi piacevano perché voleva

dire che c’erano due tipi di morte:

quella di fame e quella di dolore.

 

Cecilia Vicuña (Cile, 1948)

ITACA – Kostantin Kavafis

Pensieri e parole

Itaca

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sara` questo il genere di incontri se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
In Ciclopi e Lestrigoni, no certo,
ne’ nell’irato Nettuno incapperai
se non li porti dentro
se l’anima non te li mette contro.

Devi augurarti che la strada sia lunga.
Che i mattini d’estate siano tanti
quando nei porti – finalmente e con che gioia –
toccherai terra tu per la prima volta:
negli empori fenici indugia e acquista
madreperle coralli ebano e ambre
tutta merce fina, anche profumi
penetranti d’ogni sorta; piu’ profumi inebrianti che puoi,
va in molte citta` egizie
impara una quantità di cose dai dotti.

Sempre devi avere in mente Itaca –
raggiungerla sia il pensiero costante.
Soprattutto, non affrettare il viaggio;
fa che duri a lungo, per anni, e che da vecchio
metta piede sull’isola, tu, ricco
dei tesori accumulati per strada
senza aspettarti ricchezze da Itaca.
Itaca ti ha dato il bel viaggio,
senza di lei mai ti saresti messo
sulla strada: che cos’altro ti aspetti?

E se la trovi povera, non per questo Itaca ti avrà deluso.
Fatto ormai savio, con tutta la tua esperienza addosso
gia` tu avrai capito cio` che Itaca vuole significare.

Kostantin Kavafis